mercoledì 30 maggio 2012

nuovo amico...

Quando conoscerai un nuovo amico,  con i tempi che corrono,


prima di dargli la mano.... contati le dita....

lunedì 28 maggio 2012

cretinate.....

Vogliamo vedere tre o quattro cretinate ?





sabato 26 maggio 2012

e 'nun piagne....



       .....sorridi e ' nun piagne..'.na lacrima non t'allunga la vita...

....rinunce...




.....non rinunciare mai a nulla perdi inutilmente qualche attimo di felicità....

ora...la mia vita....



fra 3 giorni compirò 83 anni...
e mi sono regalata una poesia...mia...casareccia...

                                 sdraiata al sole dolce di maggio nel mio delizioso giardino


                                 oasi di colori e profumi.............penso!
                             

                                                          ORA...LA MIA VITA....

                                                         Poesia di Tunni Vianello


Il rumore dei miei pensieri
che corrono veloci
che rimbalzano
come pietre rotolanti
in un fiume

                                                    Le illusioni
                                                    che ormai non sono più illusioni
                                                    perchè
                                                    la vita non è sempre un sogno

Il tempo sempre
più breve che c'è davanti
le forze...
che non sono più forze

                                                    ma perchè io sono felice
                                                    sempre di tutto?
                                                    amo perfino i miei dolori
                                                    che mi dicono ancora
                                                  
                                                    io sono, io vivo,  io vedo, io amo...

Ma si!...sono sola
amo la mia vita
fatta di niente
ma il mio cuore.
vola, sogna, spera...

                                                    Le vele bianche 
                                                    dei miei sogni
                                                    gonfie di vento
                                                    mi portano ancora
                                                    verso orizzonti luminosi.   


che meraviglioso successo essere arrivata a questa età ......così....!

venerdì 25 maggio 2012

Italia mia...."..Marta " ( Bolsena) Festa della Barabbata

Quando l'anno scorso andai a Marta per vedere la Festa della Barabbata......mi ripromisi di ritornarci perchè quel giorno c'era un temporale incredibile e non mi sono gustato nulla.............

Dissi...........me lo devo ricordare..............14 maggio.............no, non me lo sono ricordato.........colpi di smemoria...................  questa festa avviene da secoli, già prima del 1555

à

Si tratta di una grossa processione con carri pittoreschi e coloratissimi. Questi carri vengono condotti da........................i bifolchi,   i casenghi,   i villani   ed i pescatori  che offrono alla Madonna del Monte i loro prodotti....

All'arrivo, poi,  si brinda con la Cannaiola, vino pregiato da dessert dolce corposo, speciale. e si mangiano le famose ciambelline all'anice fatte dalle donne del paese.....
A  proposito della Cannaiola a metà luglio c'è la Sagra, proprio della Cannaiola, da non perdere......

La Madonna del Monte......una leggenda.....una fornaia che era andata nel bosco per raccogliere la legna, vide l'immagine della Madonna che chiedeva di edificare per Lei una chiesa.....I preti decisero
di prelevare l'immagine ma il pesa del quadro era incredibilmente pesante...non fu  possibile spostarlo    ......e in quel luogo fu costruito il Santuario.



Marta è un paese sul lago di Bolsena, sereno e tranquillo . Modeste testimonianze monumentali.

Il Lago di Bolsena occupa un cratere dei Monti Volsini.....in ordine di grandezza è il quinto in Italia e il più grande d'Europa tra quelli di origine vulcanica.

mercoledì 23 maggio 2012

Vellutata di fagioli e patate

Ingredienti: 500 gr. di patate
                   1 barattolo di fagioli cannellini
                    3 cucchiai di panna vegetale
                   1 scalogno
                    olio 4 cucchiai
                   sale e pepe
                   pasta mischiata 150 gr.
                  
preparazione:     Mettere  a lessare 500 gr. di patate pulite e tagliate a dadolini in acqua salata, circa 400 ml. una volta cotte aggiungere il contenuto dei fagioli in scatola, preferibilmente i cannellini, sciacquati del liquido di conservazione,  aggiungere lo scalogno tagliato sottilmente, e far cuocere per
per 5 minuti.


Frullare tutto unendo l'olio, il pepe........in ultimo aggiungere la panna e miscelare delicatamente.

Intanto avrete lessato la pasta mischiata, cioè gli avanzi di vari tipi.
Presentare la vellutata, con sopra 2/3 cucchiai di questa pasta così senza che sia condita.
Un filino di olio a crudo e se è gradita una spolverizzata di parmigiano

La pasta, non avendola, può essere sostituita da pan carrè a dadolini fritti o arrostiti semplicemente.

E' buona, semplice e ricorda i tempi delle nonne di una volta.

B U G I E................

Mentire, perchè?...............................

io, non so capire una bugia raccontata specie quando la verità può essere scoperta più avanti...............

Chi mente tradisce la fiducia e , per me, può anche distruggere un'amicizia, e  chi mente sarà prima o poi vittima di bugie........

Bisogna, poi, avere una memoria di ferro



Chi non ha la coscienza sporca, non dice bugie....ed io non credo neanche nelle bugie così dette buone. sono inutili e senza senso........................!


La verità ti fa vivere sereno e se sei ok te ne freghi di tutto !

lunedì 21 maggio 2012

Dicono che.....



Si dice che il mondo è cambiato.......................a me non sembra.......

Museo subacqueo dell'Isola d'Elba

Alla mia età non posso più curiosare nei fondali marini, ma mi piace segnalare il particolare museo subacqueo che gli appassionati  sportivi del mare possono vedere nei fondali di Pratesi, nel versante ovest  dell'Isola d'Elba  (  la corte di Nettuno)-


                                                                      I fondali  dell'Isola si sono arricchiti di dieci statue in
       
                                                                      marmo bianco create e realizzate da artisti di varie parti

                                                                     del mondo.

Questo museo sommerso è attrezzato anche per persone disabili e non vedenti, le quali potendo accarezzare le statue accendono la loro fantasia per forme sconosciute.


venerdì 18 maggio 2012

confusione.................


diciamo......il padre e la madre di questo animale........
devono avere avuto un attimo  di  confusione ...forse erano distratti..............

giovedì 17 maggio 2012

oggi 17 maggio 2012 ore =00.28.


è' nato un'altro giorno.......................speriamo sia
                                                                      bello per tutti

Curiosità.............







c'è poco da ridere....

mercoledì 16 maggio 2012

da chi discendiamo?



                                           La scimmia ha qualche peluzzo in meno................!

L'ape......

.......l'Ape ....è un a cosuccia....tra i volatili...

eppure ciò che produce...è meraviglioso!!!!!!!!!!!!!!!

martedì 15 maggio 2012

filetti di orata al pistacchio

per 4 persone: Ingredienti

             2 belle orate
             1 spicchio d'aglio
             olio evo
             100 gr. pistacchi sgusciati
             corteccia di arancio  (2)
             5/6 pomodorini ciliegino
             chiara d'uovo
             sale e pepe

            preparazione:

                                                                                                 Fare pulire dal pescivendolo le orate e ricavare 4 filetti................. possono essere sia fresche che surgelate
Montare una chiara d'uovo e spennellare le orate per fare bene aderire i  pistacchi frullati con lo spicchio d'aglio...... ed impanare con il composto i filetti di orata.....Poggiare il pesce su carta d'alluminio   e grattare  sopra la buccia di due aranci...............Tagliare a metà i pomodorini e metterli lateralmernte.......irrorare  con olio evo, sale e pepe: Chiudere il cartoccio e mettere il forno per 25 minuti.


lunedì 14 maggio 2012

Orticello mio....orticello bio.......

.....siamo tutti alla ricerca disperata di un qualcosa....e questo qualcosa molto spesso è a portata di mano.....
....ho trovato un giocattolo " vivo"....

é nato il mio orticello casalingo....gli ho anche dato un nome  " Hortus Tunni" e lo sto crescendo con una tenerezza insospettabile....

Io ho un bel giardino, nè piccolo, nè grande.... con fiori, banani, piante grasse e via....amato in tutti i suoi dettagli, ma..........era senza un angoletto per fare il mio orticello....
così mi sono fatto fare un piccolo spazio  ed ho iniziato a giocare con i pomodorini, il basilico,la salvia il prezzemolo ed altre verdurine.....si deve fare quello che si può.....



                                                                   Può sembrare una stupida cosa ma la mattina il mio primo  pensiero è correre a vedere quanto le mie piantine sono cresciute..........Già qualcosa è nata..........non avevo mai visto dei pomodorini piccoli piccoli.........fanno quasi tenerezza.....

anche le bottiglie hanno un anima
orticello da balcone

                                                                   E' un giocattolo vivo..........Consiglio a tutte di crearsi l'orticello casalingo. Non è necessario avere un grande spazio. Vi do qualche idea....

Pallini di felicità.....basta imparare a conoscerli!!!!!!!!!!!!!!!!




anche uno stendino può servire

domenica 13 maggio 2012

Italia mia....." Il mercato del pesce di San Benedetto del Tronto"

San Benedetto del Tronto non è tanto e solo sinonimo di mare, spiaggia, vacanze, ma di pesce.

Da questo porto infatti, uno dei più importanti della Regione e dell'intera Italia, partono decine di pescherecci attrezzati per la pesca d'altura.

Essi" battono" l'Adriatico e si spingono ancora più lontano per rifornire i mercati ittici di numerose città italiane.....con centinaia di migliaia di quintali di pescato annuo.

E' suggestivo  vedere partire le barche, anche enormi,  tutte in fila, una dietro l'altra, per l'alto mare.....ed ancora più bello assistere al loro ritorno......


 

Quintali di pesce, medianti le più moderne attrezzature industriali vengono scaricati e avviati verso i depositi refrigerati e le fabbriche di lavorazione e conservazione.
E' uno spettacolo da non perdere, inoltre, il grande mercato del pesce di Piazza del Pescatore.
Fascino antico........si contratta...si urla...si respinge...si accetta la vendita....e infatti un bazar
condito da un miscuglio di dialetti e si concludono affari con un giro di milioni di euro.
San Benedetto del Tronto, con un pizzico di vanità si può chiamare

la " Perla dell'Adriatico" ricchissima di alberghi, di verde ( molto bello il Viale delle Palme)
...da vedere le sculture sulle rocce nella strada di Jonathan...

non abbandonarmi................









Non siate indifferenti, non mostrate l'orrore del vostro animo.....


    non abbandonatelo, ora che andrete in vacanza.....................!

        ....p e r c h e '  ?...
                         

giovedì 10 maggio 2012

proverbio napoletano

...tre songo 'e potenti

                                    'o Papa

'o malamente...................e chi non tene niente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

( tre sono i potenti.......il Papa, il criminale e chi non ha nulla)

Gamberoni con salsetta agrodolce

Calcolare 3 gamberoni a persona-----
Sgusciarli ma mantenere la coda .    In una padella con olio bollente immergerli per 2 minuti, rigirarli per la cottura e spruzzare  2 cucchiai di vino  e farlo evaporare a fuoco vivace.............



Intanto preparare una salsetta:   crema di aceto balsamico con un frullatino di qualche fettina di mela e  e 2/3 spicchi di arancia a nudo.............scottarla per un minuto e miscelare i gusti aggiungendo mezzo cucchiaino di zucchero.    Versare la salsetta sui gamberoni e fare riposare qualche minuto.