lunedì 11 novembre 2013

lettera di uno sconosciuto........









ed eccomi qua,.
Acceso il computer......andiamo a vedere se c'è posta................non molta.....tutti, ieri,  hanno pensato bene di muoversi, .....amici....parenti,,,,,pranzetti di tutti i tipi.....anche se il tempo non era molto  invitante......ma la mia sorpresa più grande è stata quella di leggere un email che sotto riscriverò........

Gentile Signora, forse questa mia email la sorprenderà...............
...............moltissimi anni fa, io l ho incontrata..................
non so dove, non ricordo  precisamente quando e dove.....ma ho parlato con Lei



Stavo, allora, attraversando un periodo negativo e, come      succede a volte, si racconta , così,  a  sconosciuti , in pochi momenti la propria vita.    Ricordo la sua serenità accompagnata da un sorriso...mi disse delle parole di incoraggiamento, mi restarono in mente queste      "  Non  è necessario essere i primi nella vita, è importante fare bene quello che possiamo fare secondo le nostre capacità e godere dei risultati...,vedrà andrà tutto bene, Le auguro buona fortuna"
poi l'ho perduta fra tanta gente.
Mi era rimasto impresso il suo sorriso, ma non  l'ho più trovata.
Ho quasi immaginato di avere incontrato un angelo.

Il tempo è passato ed ho in un certo qual modo seguito il suo consiglio.
Ho raggiunto mete minori, ma soddisfacenti, ed ho anche avuto  un po'  di  fortuna.
Ho sempre ricordato le sue parole semplici
Perchè Le scrivo?


Giorni fa, in  occasione di un concerto  , vicino Roma, fra tanta gente, io ho veduto una signora con i capelli bianchi , che, con un po' di fatica saliva la scala dellla chiesa, dove c'era appunto il concerto,
Istintivamente mi sono avvicinato e le ho chiesto se potevo aiutarla.
Lei si è rivolta verso di me e mi ha detto:  " Oh! no, la ringrazio. ce la devo fare da sola"
Mi ha sorriso:
L'ho perduta di nuovo: E' stato un lampo! il sorriso, la persona era la stessa di tanti anni fa che mi aveva incoraggiato: Erano solo imbiancati i capelli, ma la sua risposta mi ha ancora colpito; ancora un  insegnamento
" Ce la devo fare da sola"
E' vero, dobbiamo contare soltanto nella nostra forza.
Ecco, perchè le ho scritto: Volevo solo dirle GRAZIE:

Mi è stato facile rintracciare il suo nome, il presentatore, che la conosceva, mi ha fatto capire chi era...il sistemi attuali hanno fatto il resto.

                        Uno sconosciuto

Nessun commento:

Posta un commento